Una certa idea di me……e Serrat

Verso la fine degli anni ’80 Marisa conobbe l’uomo che forse le fece capire come le sue capacità di musicista completa potessero essere evidenziate in opere musicali diverse da quelle fino a quel momento quasi solo interpretate e destinate agli amanti della pop music. L’uomo era Joan Manuel Serrat, grande compositore e musicista  spagnolo, con cui Marisa intraprese un percorso che la portò ad interpretare ed incidere un intero album di canzoni pop d’autore, alcune di ottimi compositori italiani e quattro traduzioni in italiano di brani molto famosi di Serrat. L’album venne chiamato “Una certa idea di me…..e Serrat”, ma non venne mai pubblicato tranne che per la sua prima canzone “Sentieri sconosciuti”, solo nel 2011 in occasione di una mostra fotografica con presentazione di un videoclip della canzone, in un CD promo da una casa discografica oggi scomparsa. Non conosciamo le ragioni per cui l’album non sia mai stato reso pubblico, ma vogliamo confermare che le canzoni sono state tutte ritrovate e digitalizzate. La produzione artistica e gli arrangiamenti molto curati di questi brani ne fanno un album di grande livello, anche grazie alla collaborazione di musicisti classici del Conservatorio di Santa Cecilia di Roma, tra cui Andrea Leali, Domenico Ascione, ma soprattutto Gianni Oddi il cui sax fa spesso da controcanto alla voce di Marisa e rappresenta lo strumento base per gli accompagnamenti musicali.

Tracce
  • Sentieri sconosciuti +
  • Quello che non c'è
  • Una certa idea di me ( La collina dei pensieri)
  • Ora (o Sera)
  • Ogni tanto la vita ( De vez en cuando la vida)
  • Quelle piccole cose (Aquellas pequenas cosas)
  • Il Manichino o Cartapesta ( De carton piedra)
  • Parole d' amore ( Paraules d' amor)

Titolo

Sentieri sconosciuti

Autore/i

Magelli / Lazzari

Anno di pubblicazione

2011

Album

Una certa idea di me……e Serrat

Brano n.

1